Giardini di Miro' official website

8Jul/10Off

7 Luglio 1960-2010

Sembra quasi che quel mondo, quei valori facciano parte di un universo antico, confuso là dove resistenza, guerra, morti, violenza, spari, beh, si confondono, un pò, tutti. Sembra quasi che si parli di cose fuori tempo massimo, perché l'attualità impone valori, ritmi e gusti diversi. Si ha come l'impressione di essere al cospetto di eroi donchischotteschi morti per tutelare un codice cavalleresco che oggi non ha riscontro nella realtà. In realtà forse sì, a guardarsi un po' intorno, Lauro Farioli, Ovidio Franchi, Martino Serri, Afro Tondelli, Emilio Reverberi, nel mondo d'oggi, sono marziani. Quattro operai e un pastore, il più vecchio aveva circa quarant'anni il più giovane non arrivava a venti, morti per rivendicare e difendere un principio chiaro, semplice, che dovrebbe esser patrimonio di tutti: antifascismo. L'anomalia è che non sono morti in guerra, non sono caduti per mano di un esercito invasore, non per rappresaglia nazi-fascista ma sotto i colpi della polizia armata da un governo della nostra repubblica. Il 14 luglio 1964, la Corte di Assise di Milano ha assolto con formula piena il vicequestore che quel giorno comandava le forze di polizia e per insufficienza di prove l’agente accusato di aver sparato ad Afro Tondelli.  I giardini di mirò rendono omaggio alle vittime e alle famiglie della strage del 7 luglio 1960 nella speranza che sia fatta giustizia o almeno, nella peggiore delle ipotesi, che non siano marziani morti per nulla (giardini di mirò)


Filed under: news, video Comments Off
Comments (0) Trackbacks (3)

    Leave a comment


    Tweets that mention 7 Luglio 1960-2010 « Giardini di Miro' -- Topsy.com
    Alexander6
    Alexander7