Giardini di Miro' official website

14Sep/113

WORK IN PROGRESS, DETOUR AHEAD!

Pisa Stazione Leopolda

"Già esserci è l'ottanta per cento del lavoro"

 

Filed under: Uncategorized 3 Comments
5May/11Off

Fruhling Feuer

10. Juni Cairo Wurzburg (D)

11. Juni Wave Gotik Treffen Leipzig (D)

25Mar/11Off

In studio!


C'è qualcosa di spirituale nella campagna emiliana, una spiritualità laica fatta di minimalismi, di essenzialità, di geometrie, di linee che guidano gli occhi. E' l'Emilia fotografata da Ghirri, proprio lui immortalò i CCCP di Epica Etica in una casolare vicino a Rio Saliceto: nel mio sussidiario di apprendista alternativo ho davanti ai miei occhi la foto di Annarella scattata alla finestra con le inferiate di quel casolare utilizzato per le registrazioni. Il nuovo disco dei Giardini di Mirò si registra a San Prospero di Correggio e non è molto lontano da li, mi verrebbe da dire un ora e mezzo di buona lena a piedi, molto meno se si dispone di un automobile o una bicicletta. So che a parlare di spiritualità, CCCP e tutto il resto, gli altri miei compari si toccano le palle, nessun timore, non ci sarà una svolta mistica alla Ferretti, parlo di un altro tipo di approccio che sa molto meno d'incenso e "te deum" e molto più di queste terre, delle sue collocazioni, degli spazi vuoti, delle linee rette, dei parallelismi voluti e involontari. E se devo dirvi come suonerà il prossimo disco che stiamo registrando userei le stesse parole anche perché, fuori dalla magia, abbiamo appena iniziato e quindi molto di più non potrei dire. I nomi provvisori dei pezzi sono "lou reed", "john lennon", "boleretto", "clap", "fix", "blues", "tum tum cià", vedete? Niente di troppo serio però vi garantisco che alla fine della filiera avranno nomi e suoni degni di chi ci ascolta. Nessuno strumentale per il momento ma chissà che non ci siano sorprese. E' tutto: sentiamoci, veniteci a trovare o scriveteci o tutti e tre... Ciao (corr-gdm)

Filed under: news Comments Off
10Jan/11Off

Das Feuer (re)Tour


14.01.2011 D Leipzig,UT Connewitz
15.01.2011 D Berlin, Franz Club
16.01.2011 D Munchen, Kranhalle

28Oct/10Off

Das Feuer Tour (Ch,D,Lu)

"Bruciami.Bruciami l'anima.."

12.11.2010 CH - Fribourg,Fri-Son

13.11.2010 CH - St.Gallen, Grabenhalle

15.11.2010 D - Bamberg, Morph Club

16.11.2010 D - Krefeld, Kulturrampe

17.11.2010 D - Hamburg,Hafenklang

18.11.2010 LU - Luxemburg, d:qliq

19.11.2010 D - Köln, Gebäude 9

20.11.2010 D - Frankfurt, Das Bett

21.11.2010 D - Karlsruhe, Stummfilmtage

16Jul/10Off

Altri Giardini

Altri Giardini

Conoscete il disco Altri Giardini? QUI potete ascoltarlo tutto!!

Filed under: news Comments Off
8Jul/10Off

7 Luglio 1960-2010

Sembra quasi che quel mondo, quei valori facciano parte di un universo antico, confuso là dove resistenza, guerra, morti, violenza, spari, beh, si confondono, un pò, tutti. Sembra quasi che si parli di cose fuori tempo massimo, perché l'attualità impone valori, ritmi e gusti diversi. Si ha come l'impressione di essere al cospetto di eroi donchischotteschi morti per tutelare un codice cavalleresco che oggi non ha riscontro nella realtà. In realtà forse sì, a guardarsi un po' intorno, Lauro Farioli, Ovidio Franchi, Martino Serri, Afro Tondelli, Emilio Reverberi, nel mondo d'oggi, sono marziani. Quattro operai e un pastore, il più vecchio aveva circa quarant'anni il più giovane non arrivava a venti, morti per rivendicare e difendere un principio chiaro, semplice, che dovrebbe esser patrimonio di tutti: antifascismo. L'anomalia è che non sono morti in guerra, non sono caduti per mano di un esercito invasore, non per rappresaglia nazi-fascista ma sotto i colpi della polizia armata da un governo della nostra repubblica. Il 14 luglio 1964, la Corte di Assise di Milano ha assolto con formula piena il vicequestore che quel giorno comandava le forze di polizia e per insufficienza di prove l’agente accusato di aver sparato ad Afro Tondelli.  I giardini di mirò rendono omaggio alle vittime e alle famiglie della strage del 7 luglio 1960 nella speranza che sia fatta giustizia o almeno, nella peggiore delle ipotesi, che non siano marziani morti per nulla (giardini di mirò)


Filed under: news, video Comments Off
6Jul/10Off

NERVI DEI NOSTRI NERVI Immagini, suoni, voci per il 7 luglio Mercoledì 7 luglio 2010 Piazza Prampolini – Reggio Emilia

Partecipano
Paolo Nori, Gruppo padano di Piadina, Fausto Amodei, Giardini di Mirò, Banda di quartiere, Roberto Abbiati, Alessandro Nidi, Maurizio Maggiani

Immagini video a cura di Nico Guidetti.

A cura di Arci Reggio Emilia, in collaborazione con I Teatri e Comitato per il 50° anniversario del 7 luglio 1960

22Jun/10Off

Altre Date

18 Giugno, Umsonst & Draussen Festival,Wurzburg (D)

7 Luglio, 50° anniversario dei Martiri del 7 Luglio 1960, Reggio Emilia

10 Luglio, la pampa Festival, Hagenwerder (Gorlitz) (D)

16 Luglio, Festa del Mare, Terracina (LT)

21 Luglio, Il Fuoco c/o Cinemazero, Pordenone

24 Luglio, Weikap Festival, Loro Piceno (MC)

21May/10Off

Altri Giardini

Altri Giardini

Sono tutte on line le versioni di Altri giardini. Che dire? Sono tanti giardini di cui andiamo fieri. Spero che abbiate occasione di sentire queste canzoni e magari di conoscere e scoprire nuove band, giovani artisti e farvi accompagnare dalla loro musica che a noi piace tanto. Grazie poi a chi ha partecipato e intendo tutti, anche quelli che hanno mandato la cover e non sono rientrati in questa selezione. Siete stati tanti, bravi ma soprattutto, come posso dire...generosi, disponibili e creativi, ognuno a modo suo e di questo vi ringraziamo. Posso garantirvi che è stato emozionante sentire le nostre canzoni reinterpretate, sì perché siamo un gruppo con un limite che è un pregio: ci stupiamo di tutto. Chi ci conosce lo sa. Siamo sempre sorpresi che venga gente ai concerti, che qualcuno compri i nostri dischi, siamo stupiti che qualcuno possa prenderci sul serio. E pur essendo diversi anni che siamo in giro ancora vediamo il nostro percorso con stupore. Capiamoci: non è falsa modestia, o voglia di fare i "timidoni dal cuore dolce". E' così è basta. Forse è patologico, probabilmente è timore, pudore o chissà cosa. Forse è la prospettiva deformata di questa provincia dove viviamo. Chi lo sa? Rimane un fatto chiaro: è stata una piacevole sorpresa sentire i nostri pezzi funzionare così bene anche in altre mani e quindi ancora una volta, grazie. Ok, è tutto. Sentiamoci, vediamoci e tutto il resto. A presto.

Indie-Eye
Inkiostro
Italian Embassy
Polaroid blog
Rockit
Rolling Stone
Stereogram
Vitaminic